La Festa di Beltane si svolge all’interno di un parco naturale.

Si tratta di un luogo molto particolare, un raro esempio in Italia di ripristino ecologico di un’area estrattiva eseguito da privati. Il risultato è un ampio anfiteatro che contiene al suo interno prati, macchie di bosco ed un piccolo lago, con aree attrezzate per lo svago ed il pic-nic.

In questo delizioso microcosmo vivono, allo stato semilibero, alcuni cavalli ed un paio di pecore, diversi esemplari di oche ed anatre, due cani ed un nutrito gregge di caprette nane. Naturalmente questi animali saranno confinati all’interno di recinti per la durata della festa.

Suggeriamo a tutti gli ospiti della manifestazione di mettere in atto alcune regole di comportamento atte al benessere di tutti: umani ed animali.

  • Massimo rispetto per l’ambiente naturale ed il lavoro delle persone che curano la manutenzione del luogo. Quindi attenzione all’uso delle aree attrezzate (punti griglia, tavoli, panche, eccetera). Non possono essere accesi fuochi al di fuori delle aree appositamente adibite.Gettate i rifiuti negli appositi contenitori. Attenzione nell’aggirarsi per la zona portando fuochi liberi (torce, lanterne ecc.)
  • L’erba che cresce all’interno del parco è una preziosa risorsa alimentare per gli animali che vi dimorano anche durante l’inverno, in quanto viene raccolta nella bella stagione e conservata come fieno. Vi chiediamo quindi di rispettare scrupolosamente i percorsi che saranno indicati, senza invadere e calpestare aree diverse da quelle riservate ai vari momenti della festa.
  • Gli animali non devono essere per alcun motivo disturbati, a tutela della sicurezza sia loro che degli esseri umani. Sarà anche opportuno vigilare il comportamento dei bambini, per i quali un’osservazione diretta degli animali è sempre un’esperienza positiva, a patto che venga affiancata da un’attenta educazione, da parte di accompagnatori e genitori, al rispetto per questi nostri fratelli in natura.
  • Il luogo è molto ampio ed in condizione naturale, perciò può presentare tutti i vantaggi e gli svantaggi del caso. Quindi attenzione a buche ed irregolarità del terreno, non avvicinatevi al laghetto se temete di bagnarvi o non sapete nuotare. Soprattutto nelle ore notturne, tenete presente che il luogo sarà quasi totalmente privo di illuminazione artificiale. Consigliamo quindi a tutti di portare con sé una torcia elettrica, così da evitare problemi ed incidenti dovuti all’oscurità, si consiglia vivamente l'utilizzo di scarpe comode!
  • Chi partecipa abitualmente alla nostra festa sa che, ad eccezione di annate particolarmente calde, alla fine di aprile nelle nostre zone la temperatura, soprattutto di notte, non è ancora totalmente confortevole. Vi consigliamo di non dimenticare a casa giacche (o tabarri e mantelli!) per far fronte al fresco ed all’umidità della sera.
  • Chi partecipa agli stages di spada, di tiro con l’arco, di equitazione, di danza o alle prove di forza lo fa a suo rischio e pericolo. L’organizzazione declina quindi ogni responsabilità derivante dalla pratica di dette attività.
  • E’ assolutamente vietato a bambini e adulti salire sulle strutture (palizzate, torrette, ecc.) che saranno presenti sul luogo della festa per motivi di ricostruzione storica. L’utilizzo di queste strutture è rigorosamente riservata ai gruppi di ricostruzione storica ed agli incaricati dell’animazione.
  • La festa è aperta anche ai nostri amici animali (cani, gatti, cavalli, cinghiali, unicorni e draghi) ma debbono assolutamente essere tenuti al guinzaglio onde evitare problemi con gli animali già ospiti del parco.
  • La viabilità sarà gestita dal gruppo della protezione civile e vi saranno aree in cui il parcheggio delle autovetture non sarà consentito a quelli sprovvisti di idoneo pass auto, si avverte che se le autovetture verranno parcheggiate nelle zone proibite verranno irrimediabilmente fatte rimuovere dalla polizia municipale.

 

 

Joomla templates by a4joomla